Cartello denigra i napoletani sui rifiuti. Sui social è rivolta